deroga distanze confini

Deroga distanze confini?

Deroga distanze confini?

Recentemente, il Tar Veneto ha “rimeditato” il proprio pensiero in materia di distanze.
Fino a poco tempo fa, riteneva che le disposizioni sulle distanze dai confini, previste dai piani regolatori comunali,dovessero intendersi derogate in base all’art. 2, comma 1 della Legge Regionale Veneto n. 14 del 2009 (cd Legge sul Piano Casa).
Si ammettevano gli interventi di ampliamento ivi contemplati appunto in deroga alle previsioni dei regolamenti urbanistici comunali.
Il Giudice amministrativo veneto, mutando radicalmente avviso, a partire dalla sentenza n. 1329 del 2015 (recentemente confermata dalla sentenza 1128 del 2016) ha ritenuto che le disposizioni della normativa sul piano casa sono di “stretta interpretazione” nel senso che “la deroga ha ad oggetto esclusivamente i parametri di regolamento o di piano che fissano la quantità di volume o di superficie”.
Ora, poiché nel Piano Casa non è prevista una espressa deroga anche alle distanze previste dagli strumenti urbanistici, si giunge alla conclusione, sostiene il TAR, “che le stesse non possono ritenersi derogate”.

Clicca qui per richiedere una consulenza su la “distanze confini” allo Studio Legale Berto

Leave a reply