Ci siamo.


Tante volte nel corso della vita abbiamo pensato “ e se dovessi perdere le mie capacità, la mia autosufficienza, l’attitudine a svolgere le mansioni di vita quotidiana?”. O semplicemente, “ se mi trovassi solo? Senza nessuno che si occupasse di me, dei miei bisogni, delle mie necessità?”.


Ci siamo.


E’ arrivato il momento, per sé o per un proprio caro. Abbiamo bisogno di aiuto. Di assistenza alla nostra cura. Di un soccorso per la nostra salute che ci fa vacillare. Quotidianamente.


I nostri familiari – beati coloro che ci possono contare – non sono più in grado di darci una mano.
Hanno il loro lavoro, la loro famiglia. La loro vita.


Farebbero di tutto per noi. Ma non ce la fanno più.


Le nostre esigenze sono diventate soverchianti. E loro non sono medici, nemmeno infermieri.
Neanche badanti, verrebbe da dire, ma quello ormai hanno imparato a farlo, mossi dal loro amore e affetto.

Sono persone come tutti. Non hanno la competenza e la professionalità per affrontare la moltitudine di risvolti e sfaccettature che la nostra età avanzata o la malattia prospettano ogni giorno.


La soluzione che abbiamo individuato, per quanto sofferta, è l’ingresso in casa di riposo.


Già aver assunto una determinazione in merito è molto.
Il percorso per entrare in una RSA (Residenza Sanitaria Assistenziale) potrebbe rivelarsi ingarbugliato ed accidentato.

Questa guida è per te, che non sai da dove partire.


Qui puoi trovare le informazioni base che cerchi.


Per il resto… siamo a Tua disposizione.

 


Avv. Paolo Giovanni Berto                                   Avv. Stefania Cerasoli

 

 

Per scaricare gratuitamente

la GUIDA ALL’INGRESSO IN CASA DI RIPOSO

Leave a reply