Piano Casa e fascia di rispetto stradale: facciamo il punto .

 

Secondo la Regione Veneto il Piano Casa non si dovrebbe applicare ad immobili ricadenti nella fascia di rispetto.

La risposta, negativa, è stata data ad un quesito sottoposto da un Comune tramite un semplice parere

Al riguardo, la Regione ha ricordato che, secondo l’art. 9 della LR 14/09, i benefici previsti dal Piano Casa non si applicano agli edifici ricadenti nelle aree di inedificabilità assoluta.

Ora, secondo l’ente amministrativo anche le fasce di rispetto previste dal Codice della Strada sarebbero inedificabili e, quindi, sarebbero escluse dall’applicazione del piano casa le costruzioni ubicate nelle zone di protezione delle strade.

regione veneto piano casa

Secondo un parere della Regione Veneto non si potrebbe applicare il Piano Casa agli immobili ricadenti in fasce di rispetto stradale

Secondo la Regione non si potrebbe applicare il piano casa neppure nell’ipotesi in cui l’ampliamento si configurasse quale “corpo separato” e venisse realizzato al di fuori della fascia di rispetto stradale “per carenza del presupposto di applicabilità previsto dalla legge”, dato che l’edificio principale si troverebbe in zona vincolata.

Ora, se appare senz’altro condivisibile l’interpretazione regionale qualora si volesse realizzare l’ampliamento all’interno della fascia di rispetto (cosa espressamente vietata dal Codice della Strada, che non consente di realizzare nuove costruzioni o ampliamenti delle stesse), troppo restrittiva sembrerebbe quella relativa ai corpi separati realizzati al di fuori della fascia di rispetto stradale, dato che in questo caso non verrebbe in alcun modo pregiudicata la finalità della fascia di rispetto, che è quella di permettere un futuro allargamento della sede stradale.

Sarà, come al solito, la giurisprudenza del TAR a stabilire se l’interpretazione regionale è  troppo restrittiva e, per il momento, non si rinvengono sentenze sul punto.

 

Leave a reply