pagamento casa di riposo

 

Recesso impegno di pagamento casa di riposo da parte dei familiari

 

Un ringraziamento alla collega Stefania Cerasoli per il prezioso contributo.

 

Il tribunale di Biella è intervenuto sull’annoso tema relativo alla legittimità o meno del recesso unilaterale da parte del familiare relativamente all’impegno di pagamento sottoscritto al momento dell’inserimento dell’anziano parente in casa di riposo.

 

Del resto, l’impatto sociale ed economico della non autosufficienza sulla famiglia è a dir poco devastante.


Il Tribunale  piemontese, con la sentenza n. 118 del 01.03.2019, ha annullato un decreto ingiuntivo di circa 11.000 Euro notificato alla figlia di un’anziana ricoverata in una RSA e che non riusciva più a pagare la retta per il ricovero del genitore.

Questa signora, dopo aver comunicato alla RSA di voler recedere dall’impegno di pagamento sottoscritto al momento dell’inserimento della madre in struttura, si era vista notificare un decreto ingiuntivo al quale, ovviamente, si era opposta.

 

Recesso impegno di pagamento casa di riposo da parte dei familiari

Recesso impegno di pagamento casa di riposo da parte dei familiari

 


Il Tribunale di Biella, uniformandosi all’orientamento giurisprudenziale che ha avuto inizio con la sentenza n. 26863 del 10.11.2008 della Corte di Cassazione, III Sezione Civile, ha stabilito che nulla è dovuto da parte del parente che si era obbligato qualora questi abbia esercitato il diritto di recesso.

 

In primis, infatti, l’impegno assunto dai familiari con la sottoscrizione del contratto è qualificato come assunzione di un’obbligazione di garanzia per futuri possibili  debiti dell’obbligato, garanzia in relazione alla quale la facoltà di recesso è pacificamente riconosciuta dalla giurisprudenza.

 

Secondo la Cassazione, inoltre, il parente che si è precedentemente vincolato avrà la “facoltà del recesso unilaterale, prevista ex art.1373 c.c. per i contratti ad esecuzione continuata o periodica, che rappresenta una causa estintiva ordinaria di qualsiasi rapporto di durata a tempo indeterminato, rispondendo all’esigenza di evitare la perpetuità del vincolo obbligatorio, in sintonia con i principi di buona fede nell’esecuzione del contratto”.

 

 

 

 

Per scaricare GRATUITAMENTE

la GUIDA ALL’INGRESSO IN CASA DI RIPOSO

Per una consulenza da parte degli Avvocati Berto in materia di

Recesso impegno di pagamento casa di riposo da parte dei familiari

Leave a reply